L'amicizia ai tempi di Aristotele. Domenica 19 gennaio ore 17.00

Il secondo caffè filosofico condotto da Fabio Funiciello verte sui libri VIII e IX dell'Etica Nicomachea, in cui Aristotele esplora il senso dell'Amicizia. A con la maiuscola, perchè si parla di veri amici.

Scrive Aristotele Stagira, 384 a.C. o 383 a.C. – Calcide, 322 a.C.) che l'Amicizia è «una cosa non soltanto necessaria, ma anche bella, infatti nessuno sceglierebbe di vivere senza amici, anche se fosse provvisto in abbondanza di tutti gli altri beni, l'amicizia è una virtù o s'accompagna alla virtù. Tre sono le specie di amicizie, come tre sono le specie di qualità suscettibili d'amicizia: e a ciascuna corrisponde un ricambio di amicizia non nascosto.»

L'amicizia occupa dunque due libri di un'opera filosofica che, per la prima volta, tratta l'Etica come come argomento specifico. I due libri sono peraltro considerati tra i più belli mai scritti nella storia della filosofia, benechè appaiano in forma di appunti e portino appunto il nome di Nicomaco, il figlio di Aristotele che li ha raccolti o - perlomeno - li ha sistematizzati e pubblicati dopo la morte dello stagirita.

Quanti sono i veri amici nel mito, nella poesia, nella storia? Molti... Achille e Patroclo, Oreste e Pilade, Eurialo e Niso, ma anche Alessandro Magno  - che di Aristotele fu allievo - ed Efestione, alla cui morte Alessandro rischiò la pazzia.

All'amicizia è dedicato l'Oreste di Euripide, dove il ruolo fondamentale di guida e sostegno è svolto dal suo compagno Pilade.

L'amico è quello per il quale daremmo la vita, colui che piangiamo da morto, ma che non muore mai perchè continua ad essere il nostro specchio per il tempo a venire. Il tema dell'amicizia fu affrontato nell'arte in tanti diversi modi, quindi da Aristotele ad Omero e poi all'epoca moderna, una carrellata di immagini sul senso dell'amicizia tratte dalla storia dell'arte concluderà come ormai d'abitudine la nostra conversazione. Un caffé filosofico non è infatto una lezione, ma un confronto  tra pari, guidato in questo caso con abilità da Fabio Funiciello: perchè in filosofia non è importante avere le risposte, ma porre le giuste domande.

Info pratiche:

ArtSharing Roma, Via Giulio Tarra 64 (Colli Portuensi - via Valtellina). 

Quota di partecipazione 4 Euro soci, 5 Euro ospiti grazie alla gentile collaborazione della libreria Mondadori Point di Via Edoardo Jenner 56. Inoltre, in occasione del caffé filosofico la libreria metterà  a disposizione dei presenti alcuni libri a tema con un piccolo sconto sul prezzo di copertina.

prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 338-9409180 / 327- 0831387

Per raggiungere la galleria con il trasporto pubblico: bus 44 (fermata Di Donato/Amadori a 100 metri passando per via Amadori), tram 8 (fermata Ravizza 800 metri passando per via di Monteverde, via Giulia di Gallese, via di Valtellina) bus 31 e 33 (fermata Fermi C. su via dei Colli Portuensi, 600 metri passando per  via Antonio Paolucci). Garage auto Via Giulio Tarra 12

Come aderire ad Art Sharing

Se ti piace ArtSharing Roma e vuoi seguire regolarmente le sue proposte è necessario associarti. Scopri come!

artsharingroma
artsharingroma
artsharingroma
artsharingroma
artsharingroma
artsharingroma
artsharingroma
artsharingroma
artsharingroma
artsharingroma
ArtSharing Roma
Associazione Culturale Galleria d'Arte
Via Giulio Tarra, 64
00151 Roma
Seguici su:
Sito web realizzato da: