Bacon / Freud e la scuola di Londra. Visita guidata 24 gennaio 2020 ore 18

Sei artisti - sei giganti del Novecento - 45 opere in prestito dalla Tate Gallery per raccontare la "Scuola di Londra" in una mostra che finora è la più importante dell'anno proposta a Roma e che, con ogni probabilità, farà storia.

Dalla Londra dura e tetra della Seconda Guerra Mondiale alla Swinging London degli anni Sessanta - che i protagonisti della mostra osservarono e vissero un po' dall'esterno, appartenenti ad una generazione precedente - fino agli anni Duemila. Questo è il mondo a cui appartengono e che, in modi diversi, rappresentano, i protagonisti di questa mostra.

Il più anziano del gruppo è Francis Bacon, inglese nato a Dublino nel 1909, dove passa l'adolescenza oppresso da un padre esponente della più tradizionale aristocrazia inglese, psicologicamente violento, incapace di comprendere le debolezze del figlio  ad iniziare dall'asma che lo avrebbe portato alla morte nel 1992. Londra fu territorio di fuga, poi di appassionato apprendimento dell'arte, quindi di realizzazione di sé stesso in una vita che si muove sempre attorno ai bassifondi della società che si riflette nelle opere potentissime, straziate e strazianti che mette sulla tela.

Lucien Freud era il nipote di Sigmund, nato a Berlino nel 1922 ed emigrato con la famiglia per fuggire dal nazismo nel 1933. Difficile dire quanto la sua straordinaria capacità di penetrazione psicologica dipenda dall'illustre antenato e quanto sia semplice frutto dell'air du temps,  una necessità di oggettivizzazione dell'inconscio profondo.  Quello che è certo è che, sia nelle opere più giovanili e concettuali, sia in quelle mature e solidissime, la sua luce è portentosa quanto lo è il buio spettrale di Bacon.

Con i loro, in mostra i lavori di Michael Andrews, Frank Auerbach, Leon Kossoff e Paula Rego, tutti appartenenti alla stessa generazione benchè con origini e storie sempre differenti, a testimoniare soprattutto un punto: negli anni Cinquanta Londra ritrovò in sè stessa il ruolo di croguiolo di idee e di cultura che, nel breve giro di un decennio, l'avrebbe riportata sulla scena mondiale non più con un primato economico, ma con un primato culturale.  Da allora, anche attraverso i suoi artisti, Londra si contende la scena  con New York - sua cugina oltreoceano - con un continuo andare e venire di nomi e protagonisti straordinari dei quali i maestri della "Scuola di Londra" sono stati senza dubbio gli antesignani.

INFO PRATICHE

prenotazione obbligatoria con versamento del biglietto d'ingresso ridotto e dei diritti di prenotazione entro il 12 gennaio: totale Euro 13  anzichè 15 Euro, (biglietto + diritti prenotazione + auricolari)

Visita guidata 8 euro soci, 10 euro ospiti. 

Come aderire ad Art Sharing

Se ti piace ArtSharing Roma e vuoi seguire regolarmente le sue proposte è necessario associarti. Scopri come!

artsharingroma
artsharingroma
artsharingroma
artsharingroma
artsharingroma
artsharingroma
artsharingroma
artsharingroma
artsharingroma
artsharingroma
ArtSharing Roma
Associazione Culturale Galleria d'Arte
Via Giulio Tarra, 64
00151 Roma
Seguici su:
Sito web realizzato da: